Cosa può fare un

PUNTO VENDITA RICARICHE

In questo articolo vogliamo offrire una risorsa preziosa ai titolari dei Punti di Vendita e Ricarica per operare serenamente nel rispetto della legge ed ottenere soddisfazione dal proprio business nel mercato del gioco online.

MARCO PARENTI
22 marzo 2024

Nel comparto del gioco a distanza, la figura del “PUNTO DI VENDITA E RICARICA” (PVR), precedentemente denominato “Punto di Commercializzazione” ricopre un ruolo sempre più centrale, nell’ampio mercato delle scommesse e del gioco con premi in danaro.

A tal proposito, per capire l’importanza del PVR e l’opportunità di business che rappresenta, ti consiglio di leggere anche l’articolo “Perché aprire un punto vendita ricariche (PVR) scommesse”.

La regolamentazione che disciplina l’attività dei Punti Vendita Ricarica risulta, però, stratificata e dispersiva e, per certi versi, ambigua.

Sulla base della nostra esperienza ventennale nel mercato delle scommesse e del gioco a premi, proveremo, tramite questo articolo, a definire delle linee guida per tutti gli operatori del settore, nell’intento di guidarli al corretto esercizio del proprio ruolo nell’ambito della raccolta del gioco a distanza.

Vedremo quindi:

Aumenta i guadagni della tua attività. Diventa PVR.

Il ruolo del PVR

Innanzitutto vogliamo ricordare che l’unico requisito per svolgere l’attività di PVR è quello di essere titolari di un’attività commerciale in funzione.

Detto ciò, è utile puntualizzare anche che il PVR non può svolgere attività di “commercializzazione” del gioco a distanza, ma può svolgere attività di “promozione” e “diffusione” per conto di un Concessionario di gioco online titolare di apposita Concessione rilasciata dai Monopoli di Stato.

Quindi, in breve:

IL PVR NON PUÒ:

  • Il Punto Vendita Ricariche NON può raccogliere scommesse.

IL PVR PUÒ:

  • Può favorire la stipula dei contratti di conto gioco;
  • Può provvedere alla vendita delle ricariche, avvalendosi dell’esercizio commerciale (fisico) a sua disposizione.

Cosa non può fare il PVR?

La differenza tra “commercializzazione” del gioco e “promozione” è sottile e ricca di sfaccettature, per questo risulta spesso difficile definire con chiarezza cosa il PVR possa o non possa fare. Proviamo quindi a delineare i confini dell’attività del PVR, illustrandone innanzitutto i PRINCIPALI DIVIETI.

Il PVR non può:

  • Svolgere attività di intermediazione
    Il PVR non può raccogliere scommesse o accettare denaro per piazzare scommesse per conto terzi, attività invece tipica delle agenzie di scommesse, le quali raccolgono appunto scommesse nelle vesti di “intermediario” di un Bookmaker titolare di concessione per il gioco su “rete fisica”.
    Questo concetto è ciò che distingue il “gioco a distanza” dal “gioco terrestre” e rappresenta la principale norma da rispettare.

  • Commercializzare/promuovere siti NON dotati di licenza italiana
    Il PVR non può commercializzare o promuovere siti di gioco non dotati di licenza italiana. In questo caso si incappa nel reato penale di raccolta abusiva di scommesse con immediata chiusura del servizio.

  • Vendere ricariche gioco ai minori
    Il PVR non può vendere ricariche di conto gioco ai minori.

  • Usare la parola “scommesse” su insegne/vetrofanie
    Il PVR non può inserire la parola “scommesse sportive”, o qualunque altro gioco, in insegne e vetrofanie.

  • Incitare al gioco
    Il PVR non può esporre scritte che richiamano alle vincite facili (es.: gioca e vinci – scommettere è bello) o che parlano del prodotto incitando al gioco (es.: qui le quote migliori – scommetti qui).

  • Limitare l’uso dei computer forniti
    Il PVR non può mettere a disposizione computer abilitati ad operare solamente con il sito di gioco.

  • Installare totem di connessione al gioco
    Il PVR non può installare totem o dispositivi di qualunque natura atti a collegare gli utenti al sito di gioco.

Cosa può fare il PVR?

Per esercitare il business del Punto di Vendita e Ricarica è sufficiente un contratto stipulato tra il titolare di un’attività commerciale qualsiasi (come ad esempio bar, tabacchi, cartoleria, internet point, distributori benzina, sale giochi, ecc.) ed una Società Concessionaria dei Monopoli di Stato (ADM).

Essendo l’attività del PVR quella di promuovere e diffondere i servizi di gioco online per conto del Concessionario esso potrà quindi:

  • Promuovere ed aprire conti gioco
    assistendo i clienti nelle operazioni richieste, senza mai sostituirsi a loro.

  • Vendere le ricariche
    di conto gioco ai suoi clienti.

  • Esporre il logo del Concessionario
    con il quale ha stipulato il contratto di PVR.

  • Esporre nella vetrofania “Qui ricarica conto gioco + sito”.

  • Offrire il servizio di visione degli eventi sportivi.

  • Mettere a disposizione degli utenti una connessione wi-fi.

  • Realizzare un’area dedicata per offrire il servizio di Internet Point
    ai propri avventori, fermo restando che i pc:

    1) NON devono riportare alcun logo, sfondi, screensaver o altro riconducibili al sito di gioco;
    2) NON devono avere in homepage il sito di gioco né tantomeno icone sul desktop che riconducono al sito di gioco.

  • Offrire al cliente il servizio di stampa del promemoria di giocata.
    L’utente dovrà però utilizzarlo autonomamente.


Grazie all’accordo commerciale stipulato con la Società Concessionaria, il PVR guadagnerà su tutti i movimenti di gioco generati dalla propria rete di utenti.

Nel tempo, ciò potrà generare guadagni molto interessanti, ma questo dipenderà:

  • dalla sua capacità commerciale ed imprenditoriale di promuovere il servizio e fidelizzare i clienti;
  • dai fornitori e consulenti a cui si sarà affidato.


Se vuoi approfondire questo aspetto, ti suggerisco di leggere anche l’articolo “I segreti per diventare un PVR di successo”.

Scopri i nostri piani di attivazione a costo zero

10 consigli per rispettare le regole del PVR

Concludo lasciandoti con alcune raccomandazioni pratiche per operare nel rispetto delle norme vigenti, considerando anche la complessità dello scenario di riferimento.

ALLESTIMENTO PVR

1) Utilizza esclusivamente il materiale promozionale fornito dalla Società Concessionaria;

2) Se offri un servizio di internet point, utilizza sempre questi accorgimenti:

  • Evita qualsiasi richiamo all’utilizzo dei pc per attività di gioco;

  • Dai evidenza all’attività di internet point;

  • Esponi il listino del servizio;

  • Registra e tieni una contabilità dedicata relativamente ai corrispettivi percepiti per l’erogazione del servizio di internet point;

  • Adotta un programma di gestione idoneo che elimini automaticamente la cronologia di navigazione;

  • Esegui gli adempimenti necessari (cciaa e comune) per l’esercizio di internet point quale attività secondaria.

RAPPORTO CON I CLIENTI TITOLARI DI CONTO GIOCO

3) Evita l’utilizzo di conti dimostrativi;

4) Rifiuta ogni forma di pagamento per contanti per l’elaborazione di scommesse “per conto terzi” evitando quindi di cadere nella trappola dell’intermediazione;

5) Ricorda che, per motivi di privacy, non sei tenuto a conoscere l’utilizzo che il cliente fa del pc;

6) Fai comunque firmare preventivamente, agli utenti che ti affittano una postazione di internet point, una scrittura di manleva per qualsiasi utilizzo contrario alle leggi dei dispositivi messi a disposizione;

7) Non consentire mai l’accesso ai servizi di gioco ad utenti che NON abbiano la maggiore età;

8) Non fare credito.

GESTIONE DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE

9) Conserva presso la tua attività commerciale copia del contratto PVR da mostrare all’Autorità;

10) Non consentire l’accesso alla tua area riservata (il cosiddetto CONTO MADRE) all’organo di controllo in quanto non ne ha titolo e conserva presso il commercialista i riepiloghi contabili e gli estratti conto degli aggi.

Il metodo adottato nel presente articolo è, in alcuni passaggi, “interpretativo”, quindi va considerato soggettivo ed opinabile. Le osservazioni espresse in questa sede non vanno considerate come una “scienza esatta”, pur essendo il più possibile prudenti, solide ed ispirate al massimo grado di logicità.

Contattaci per una consulenza gratuita e procedere con l’attivazione dei servizi!

Apri chat
1
Hai domande?
Benvenuto nel mondo Sport Cafe!
Come posso aiutarti?